• Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Icon LinkedIn

© 2018 by Gian Luca Forino, Pasticciere in Viaggio

About Gian

Concorsi e Premi

Campione Italiano di pasticceria Under23 - Categoria zucchero artistico - Sigep 2012 

 

Campione Mondiale di pasticceria Under23 - Sigep 2013

 

Premio "I classici di domani" - Gambero Rosso 2014

 

Secondo classificato "Il Più Grande Pasticciere" - Rai 2014

 

Secondo classificato International Chocolate Award - 2015

 

Miglior Colazione del Lazio - Gambero Rosso 2015

 

Inserimento con Due Torte nella Guida Pasticcieri e

Pasticcerie 2015

 

Miglior Colazione del Lazio - Gambero Rosso 2016

 

Miglior Colazione del Lazio - Gambero Rosso 2017

La pasticceria per Gian Luca Forino, romano di nascita ma con un quarto di sangue austriaco, è una passione che fiorisce in lui da bambino, da quando la nonna Pina, maestra nello sfornare le torte tipiche della tradizione mittleuropea, inizia a condividere con lui questa grande passione. 

Da quel momento in poi l’arte bianca avrà un ruolo chiave nel corso di tutta la sua vita. 

Dopo essersi fatto le ossa in posti di prestigio come Castalimenti (Brescia), Cristalli Di Zucchero (Roma), Quisisana (Capri), nel 2013 vince l’oro al Campionato Mondiale di Pasticceria Juniores e si aggiudica, insieme al compagno di squadre Davide Verga, anche i premi speciali per miglior scultura in zucchero, miglior scultura in cioccolato, miglior torta moderna e migliori praline.

 

Il 2014 lo vede impegnato come concorrente  alla prima edizione de Il Più Grande Pasticciere - il talent show Rai dedicato alla pasticceria professionale - in cui si piazza al secondo posto. Sempre nello stesso anno ottiene l’argento all’International Chocolate Award.

Contemporaneamente all’inizio di una lunga collaborazione Rai come tutor di pasticceria nel programma Detto Fatto, Gian Luca apre il suo locale La Portineria a Roma in zona Porta Pia.

Un luogo di sogni e sostanza dove l’alta pasticceria incontra una proposta salata innovativa e di stampo internazionale.

Segue un periodo denso di impegni e soddisfazioni che lo vede, oltre che a capo del suo locale, anche nella veste di docente di pasticceria presso diverse scuole romane ( A Tavola Con Lo Chef, Les Chefs Blanca, Gambero Rosso, Coquis ) e come collaboratore dell’Università Roma Tre di Scienze e Culture Enogastronomica tenendo come relatore seminari nell’ambito della microbiologia degli alimenti e delle fermentazioni ( Fermentazione nel lievito madre, fermentazione del cacao e processo produttivo del cioccolato )

Nel 2018, dopo anni di studi ottiene brillantemente il terzo ed ultimo livello da degustatore di cioccolato, presso l’International Institute of Chocolate Tasting e si reca in Madagascar per osservare in loco tutta la filiera della produzione e la fermentazione del cacao. 

Al ritorno da questo incredibile viaggio inizia la collaborazione per la riapertura dello storico Caffè Hungaria a Roma. Una nuova sfida abbracciata con passione e dedizione totale. 

 

Ma parallelamente alle sfide e ai successi nel mondo della pasticceria, in Gian Luca si manifesta l’esigenza di scoprire il mondo e di confrontarsi con nuove culture lasciandosi conquistare da paesaggi diversi nei diversi angoli della terra. Inizia un lungo periodo di viaggi zaino in spalla che lo portano, tra i tanti luoghi visitati, in Giappone, in Cile, in India, in Giordania, In Vietnam, in Madagascar. 

Ed è proprio dall’unione delle sue due più grandi passioni che nasce il progetto de Il Pasticciere in Viaggio che a gennaio del 2019 diventa un libro dal titolo “In Viaggio. Diario di un pasticciere” edito da Chiriotti Editori. 

Ma ancora tanti sapori devono rivelarsi e tanti luoghi concedere la chiave del proprio mistero, per Gian Luca la metà è sempre oltre l’orizzonte.